ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: nuova scossa, a un mese dal terremoto

Lettura in corso:

Giappone: nuova scossa, a un mese dal terremoto

Dimensioni di testo Aa Aa

Una potente replica, proprio quando i giapponesi si fermavano per ricordare il sisma di un mese fa: la terra ha tremato di nuovo, una scossa di magnitudo 6,6 con epicentro sulla terraferma, a un’ottantina di chilometri dalla centrale nucleare di Fukushima. Secondo un istituto sismologico americano, la magnitudo del sisma sarebbe di 7,1.

Talmente potente, la scossa, da causare il distacco della corrente elettrica in oltre 200.000 abitazioni.

Appena due ore prima del nuovo sisma, gli abitanti delle regioni colpite, nel nord-est del Giappone, si erano fermati per un minuto di silenzio, momento di lutto al quale si erano aggiunti anche i soccorritori, ancora in cerca di corpi delle vittime.

Sono almeno 27.000 i morti causati dal terremoto e dalla successiva onda di tsunami, l’undici marzo. La scossa principale superò la magnitudo nove.

Sono decine di migliaia le persone rimaste senza un tetto, e senza prospettive. Ammassati in palestre ed altri grandi edifici pubblici, non ne possono più:

“Vivo qui da un mese, e lo stress ormai è al limite. Voglio andarmene al più presto possibile, in una casa, non importa se un’abitazione provvisoria, o una casa popolare”.

Non sarà facile: le autorità hanno deciso di evacuare altre persone, che vivono al di là della zona già evacuata di venti chilometri intorno alla centrale di Fukushima. Questo a causa dell’eccessiva accumulazione di materiale radioattivo. La nuova scossa ha tra l’altro complicato il lavoro di chi ancora cerca di raffreddare il nocciolo di tre reattori.