ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuovi violenti scontri in Yemen

Lettura in corso:

Nuovi violenti scontri in Yemen

Dimensioni di testo Aa Aa

In Yemen gli scontri tra i manifestanti e le forze di sicurezza hanno fatto altri morti e feriti. Oggi i Paesi di Golfo si riuniscono di nuovo per discutere dell’iniziativa volta a risolvere la crisi. Idranti, gas lacrimogeni e spari hanno fermato l’avanzata dei manifestanti a Taez, uno degli epicentri della contestazione contro il presidente Ali Abdullah Saleh, al potere da oltre 30 anni. Più a nord, nella capitale San’a, stessi scenari. Molti dei feriti trasportati all’ospedale riportano problemi provocati dai gas lacrimogeni.

Sul fronte diplomatico, dopo aver rifiutato la proposta del Consiglio di Cooperazione del Golfo bollandola come “intervento belligerante”, Saleh ha richiamato l’ambasciatore in Qatar per consultazioni. Il Presidente non accetta che l’iniziativa sia di fatto volta a farlo uscire di scena. Quello che chiedono da gennaio gli oppositori, decisi a cacciarlo dal suo trono dorato, mantenuto, dicono, alle spese di una popolazione che per quasi il 40 percento vive con meno di due dollari al giorno.