ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, a Daraa i funerali dei 30 manifestanti uccisi

Lettura in corso:

Siria, a Daraa i funerali dei 30 manifestanti uccisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora proteste a Daraa, nel sud della Siria. La città, epicentro delle rivolte nel Paese, ha visto il più alto numero di morti nella giornata di venerdì.

Le manifestazioni sono riprese all’indomani della strage, dopo la celebrazione dei funerali delle vittime.

La versione della televisione di Stato per coprire la repressione: dei cospiratori avrebbero sparato, provocando gli scontri tra polizia e dimostranti. Secondo quanto riportato da Al Jazeera, il direttore di uno dei giornali di regime è stato rimosso per aver attribuito responsabilità alle forze di sicurezza.

Un’organizzazione siriana per i diritti umani ha precisato che le vittime degli scontri di venerdì sono state 37, di cui 30 nella città di Daraa.

Ma gli scontri non si limitano alla zona meridionale del Paese. Le rivolte si estendono dal nord-est, al confine con Iraq e Turchia, ad Homs, la città che vediamo in queste immagini, nella parte occidentale, al confine col Libano. In tutto il Paese si protesta contro il governo quarantennale della famiglia Assad.