ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, proteste a Bengasi contro gli errori della Nato

Lettura in corso:

Libia, proteste a Bengasi contro gli errori della Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

In Libia, le forze di Gheddafi sono ancora in grado di sferrare pesanti attacchi contro i rivoltosi. E’ quanto sembra essere accaduto a Brega, come testimonierebbe questo video amatoriale. I ribelli sarebbero stati costretti precipitosamente alla fuga. Non è escluso che le forze governative abbiano tratto beneficio dal bombardamento di blindati degli insorti, compiuto per errore dalla Nato.

Gli scontri continuano anche a Misurata, mentre ad Ajdabia la situazione è confusa e i ribelli avrebbero subito una battuta d’arresto.

A Bengasi, la roccaforte degli insorti, circa 400 dimostranti hanno protestato per il secondo caso di ‘‘fuoco amico’‘ ai danni dei rivoltosi. Anche la preghiera del venerdí, che ha coinciso con i funerali di alcune delle vittime, si è trasformata in una manifestazione contro gli errori dell’Alleanza Atlantica.

I morti nella postazione dei ribelli colpita “per sbaglio” a Brega sarebbero 4. Sabato scorso, un episodio simile aveva provocato almeno 13 vittime.

“Migliaia di persone – testimonia l’inviato di euronews a Bengasi, Mustafa Bag – si sono radunate in piazza Tahrir per la preghiera del venerdí. Questa volta non ci sono state bandiere di altri paesi, ma solo la bandiera dell’opposizione libica. Questo perché la gente è arrabbiata per i raid della Nato che hanno ucciso persone innocenti.”