ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio, si aggrava la penuria alimentare

Lettura in corso:

Costa d'Avorio, si aggrava la penuria alimentare

Dimensioni di testo Aa Aa

Colpi di artiglieria pesante nel perimetro che delimita la televisione di stato ivoriana, l’stituto militare e la residenza dove l’ex Presidente uscente Laurent Gbagbo è ancora asserragliato.

Non cessano in Costa d’Avorio gli scontri tra i fedeli di Gbagbo e le forze di Alassane Ouattara, riconosciuto internazionalmente come Presidente in carica.

Queste sono alcune persone arrestate dalle forze di Ouattara perché sospettate di appoggiare Gbagbo.

Intanto ad Abidjan scarseggiano gli alimenti. L’agenzia dell’Onu per gli affari umanitari che opera nel Paese ha confermato la tragedia umana in corso.

“Dobbiamo mangiare, tutto qui.. Un po’ di riso, di pasta, di sardine..” dice quest’uomo.

Anche procurarsi cibo può rappresentare un pericolo: “Rischiamo la vita per venire fino a qui. Per il momento dicono che è sotto controllo, ma è pericoloso perché può succedere qualcosa in qualunque momento”.

A vegliare sulle lunghe code delle persone in attesa di cibo ed acqua, le forze di sicurezza di Ouattara, che cercano di tenere sotto controllo la situazione nella capitale.