ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione: accordo Italia-Francia, pattugliamenti congiunti

Lettura in corso:

Immigrazione: accordo Italia-Francia, pattugliamenti congiunti

Dimensioni di testo Aa Aa

Pattugliamenti congiunti davanti alle coste nordafricane e costituzione di un gruppo di lavoro per arginare l’emergenza sbarchi.

Italia e Francia cercano di mettere da parte le polemiche e provano a gestire insieme la questione dell’immigrazione clandestina, con un accordo tra i ministri dell’Interno, Maroni e Gueant.

Solo ieri la Francia aveva minacciato di respingere i migranti provenienti dall’Italia.

“Il permesso di soggiorno temporaneo consente la libera circolazione, secondo le regole dell’accordo di Schengen, che noi riteniamo siano pienamente soddisfatte dall’iniziativa che abbiamo preso”, ha spiegato Roberto Maroni nell’incontro in prefettura a Milano.

Il permesso temporaneo potrebbe non bastare per risolvere i problemi italiani. L’Ue ha specificato che “dare un permesso ai migranti non implica il loro diritto di viaggiare nell’area Schengen”.

La Francia ha fissato 5 paletti per sbarrare la strada ai profughi, tra cui un documento di soggiorno valido e risorse sufficienti a mantenersi.