ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rogo Corano: settimo giorno di proteste a Kabul

Lettura in corso:

Rogo Corano: settimo giorno di proteste a Kabul

Dimensioni di testo Aa Aa

Processate Terry Jones, chiedono agli Stati Uniti gli afghani scesi in piazza per manifestare contro il rogo del Corano a opera del pastore statunitense.

Violente proteste per 7 giorni di fila anche per dire no alla presenza di Washington nel paese.

Più di una ventina i morti e almeno 140 i feriti.

“Se queste azioni non verranno fermate”, afferma un manifestante, “non ci limiteremo alle mobilitazioni, si creerà un problema più serio non solo per il nostro governo ma anche per l’America”.

Jones aveva minacciato di bruciare il Corano per l’ultima commemorazione delle Torri Gemelle, proposito accantonato dopo le pressioni di Obama e poi messo in atto lo scorso venti marzo.

Il governo di Kabul intanto, dopo un’inchiesta voluta dal presidente Hamid Karzai, denuncia: ci sarebbero i taleban dietro all’attacco alla sede delle Nazioni Unite a Mazar-i-Sharif, in cui hanno perso la vita 7 operatori stranieri.