ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia. Ferma la produzione di petrolio

Lettura in corso:

Libia. Ferma la produzione di petrolio

Dimensioni di testo Aa Aa

La Libia si ritrova a corto di carburante, nonostante la sua ricchezza in petrolio. Dopo settimane di scontri la produzione è ferma, soprattutto nelle zone controllate dai ribelli. Ad Ajdabiyah, città considerata la prima linea degli insorti, una sola stazione di servizio è in funzione. Tanti in attesa di rifornirsi.

“Non c‘è carburante in città, tutti lo cercano fuori, perché l’esercito di Gheddafi ha attaccato Ajdabyah per dodici giorni”, dice un abitante.

Prima della crisi la Libia esportava circa un milione e 300mila barili al giorno.

Il nostro inviato Mustafa Bag: “In questo Paese ricco di petrolio, la gente soffre. Dopo i combattimenti, la produzione si è fermata completamente ed è quasi impossibile trovare benzina”.

Molte raffinerie sono chiuse, la maggior parte dei dipendenti sono stranieri e sono quindi rientrati nei loro Paesi. Intanto il primo carico da una zona sotto il controllo dei ribelli è partito da un terminal vicino Tobruk su una petroliera liberiana. Gli insorti hanno hanno chiesto all’ONU di aiutarli nelle operazioni di esportazione.