ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone. Bloccata la fuga di acqua radioattiva nell'oceano

Lettura in corso:

Giappone. Bloccata la fuga di acqua radioattiva nell'oceano

Dimensioni di testo Aa Aa

Fukushima, quasi un mese dopo l’esplosione arriva una buona notizia, ma l’allerta nella centrale giapponese resta elevata. I tecnici hanno bloccato la fuga di acqua radioattiva verso l’oceano, affermando allo stesso tempo che i reattori danneggiati non sono ancora sotto controllo. La falla nella fossa del reattore 2 è stata chiusa iniettando vetro liquido.

Ora è necessario riversare in mare 11 milioni e mezzo di litri di acqua contaminata perché l’impianto non ha uno spazio di stoccaggio sufficiente.

La Tepco verserà circa 8000 euro a ogni famiglia nel raggio di 20 chilometri dalla centrale, come forma di risarcimento. Assieme al governo fisserà anche gli indennizzi per i pescatori.

“Ci avete ignorati, è imperdonabile”, ha detto in un incontro il presidente delle cooperative di pesca Ikuhiro Hattori a Tsunehisa Katsunuma, il dirigente di Tepco.

Proibita nei 20 chilometri attorno a Fukushima, la pesca è minacciata anche dallo sversamento in mare dell’acqua definita leggermente radioattiva dall’operatore della centrale. L’India ha deciso il blocco totale delle importazioni alimentari dal Giappone, primo Paese ad adottare la misura.