ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo militare per presunti responsabili 11 settembre

Lettura in corso:

Processo militare per presunti responsabili 11 settembre

Dimensioni di testo Aa Aa

I presunti responsabili dell’11 settembre non saranno processati davanti a un tribunale civile, ma militare, a Guantanamo. L’annuncio ufficiale è arrivato dal ministro della Giustizia statunitense. Per Barack Obama, una sconfitta politica. Khaled Sheikh Mohammed, considerato la mente degli attentati, e gli altri quattro detenuti accusati di avere avuto un ruolo nella loro pianificazione non saranno dunque trasferiti per affrontare la giustizia.

Il governo aveva le mani legate, ha spiegato Eric Holder: “Membri del Congresso – ha detto – sono intervenuti imponendo restrizioni che bloccano la volontà dell’amministrazione di processare i detenuti di Guantanamo negli Stati Uniti, indipendentemente dal luogo. Come ha detto il Presidente, queste restrizioni insensate e ingiustificate mettono a repentaglio i nostri sforzi contro il terrorismo e potrebbero minare la nostra sicurezza nazionale”.

Primo simbolico ordine esecutivo da neo-Presidente, firmato nel 2009, la chiusura di Guantanamo è di fatto ancora un atto incompiuto. Ora lo diventa anche il progetto di un processo davanti a un tribunale federale, ipotesi caldeggiata da Obama, ostile a una commissione militare speciale.