ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Misurata allo stremo: testimone, inviateci cibo

Lettura in corso:

Misurata allo stremo: testimone, inviateci cibo

Dimensioni di testo Aa Aa

A Misurata le violenze hanno portato allo stremo le strutture sanitarie e stanno drammaticamente terminando le scorte di medicinali. È l’allarme di Medici Senza Frontiere. Euronews ha contattato un abitante della città, questa la sua testimonianza:

“La fornitura d’acqua è interrotta da circa due settimane e l’energia elettrica manca da circa tre giorni, non c‘è abbastanza cibo per tutti in questo momento – spiega l’uomo – Nessuno ha il controllo là fuori, ci sono i cecchini che sparano nel centro della città. Chi cammina per la strada è un uomo morto”.

“Non possiamo chiamare nessuno al di fuori della città ad eccezione di alcune persone che hanno telefoni satellitari. Si tratta di poche persone e alcune di loro sono sconosciute – conclude il testimone che ha preferito non apparire in video per paura di ritorsioni – La città ha bisogno di generi di prima necessità. Se qualcuno potesse inviare cibo in città sarebbe un bene. Dio aiuti la Libia”.

Denuncia stragi nelle città libiche il ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, riferendosi, in particolare, ai combattimenti in corso a Misurata.