ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un amore da fumetto. Kate e William in graphic-novel

Lettura in corso:

Un amore da fumetto. Kate e William in graphic-novel

Dimensioni di testo Aa Aa

William e Kate, il principe e la sua Cenerentola. Rampollo della famiglia reale lui, discendente di minatori e impiegati lei. Nozze da romanzo, che all’approsimarsi del fatidico sì non hanno mancato di ispirare anche un fumetto. “Kate and William: a very public love story” l’eloquente titolo con cui è da poco uscito nel Regno Unito.

“Da noi – spiega il co-disegnatore Mike Collins – è radicata una tradizione di fumetti per ragazze, basati sul canovaccio romantico della giovane che incontra il personaggio famoso e ovviamente se ne innamora. Solo che in questo caso la storia è decisamente vera”.

Primo passo, per i disegnatori, è individuare i tratti caratteristici dei personaggi.

“Nel caso di Kate – spiega ancora Collins – sono i capelli. Ha dei capelli straordinari da disegnare. Sempre sciolti, al vento, davvero meravigliosi. Lui invece, e non l’avevo mai notato prima, ha un volto molto classico, con dei lineamenti estremamente regolari. Piccoli dettagli su cui da disegnatore è stato fantastico concentrarsi, per provare a farne degli elementi artistici. Sono una coppia molto bella e disegnarli è stato divertentissimo”.

Se il tratto di Mike Collins e del co-illustratore Gary Erskine è noto agli appassionati per le tavole di “Spider-Man” realizzate per la Marvel, dietro alla graphic novel su William e Kate si nasconde la fine penna di Rich Johnston: sceneggiatore di fumetti, noto nel Regno Unito anche per le sue graffianti satire politiche.

“Se si trovassero a sfogliarne una copia spero l’apprezzino – dice -. Sono certo che si divertirebbero a scoprirne le forzature, alcuni passaggi decisamente poco ‘corretti’. Mi auguro però che preferiscano finire in un fumetto che su una serie di piatti”.

I romantici impazienti che volessero scoprire se alla fine se Kate e William vissero davvero felici e contenti, potranno quindi ora precipitarsi all’ultima pagina di questa graphic novel, che ironia della sorte ha voluto nel Regno Unito uscisse proprio il giorno successivo a quello dei pesci d’aprile.