ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova giornata di violenza in Yemen, morti e feriti

Lettura in corso:

Nuova giornata di violenza in Yemen, morti e feriti

Dimensioni di testo Aa Aa

Una quindicina di civili uccisi, decine di feriti. In Yemen è stata un’altra giornata di violenza contro i manifestanti antigovernativi. Agenti in borghese delle forze di sicurezza yemenite hanno aperto il fuoco contro i dimostranti, scesi di nuovo in piazza per chiedere le dimissioni del presidente Ali Abdallah Saleh.

Gli incidenti si sono verificati a Taez, a sud della capitale San’a. Nelle stesse ore, nel porto sul Mar Rosso di Hudayda, secondo fonti mediche locali, oltre 200 civili rimanevano feriti in altri scontri con le forze di sicurezza. La strage di Taez riporta alla memoria gli oltre 50 manifestanti uccisi lo scorso 18 marzo a San’a durante un’altra manifestazione di protesta.

Gli Stati Uniti hanno condannato gli ultimi episodi di violenza in Yemen. Secondo la stampa nordamericana, la Casa Bianca starebbe esercitando pressioni sempre più forti su Saleh – a lungo alleato di Washington nella lotta ad al Qaida – affinché abbandoni la presidenza, come chiedono gli oppositori da fine gennaio.