ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: nave turca evacua feriti da Misurata

Lettura in corso:

Libia: nave turca evacua feriti da Misurata

Dimensioni di testo Aa Aa

Le condizioni di Misurata raccontate dai suoi abitanti. Duecentocinquanta persone testimoniano ora della situazione nella città libica, l’ultima roccaforte dei ribelli nell’Ovest del Paese. Sono i racconti dei feriti evacuati dalla nave turca ‘Ankara’. Ora accanto a loro ci sono i medici turchi. Prima di raggiungere il porto di Misurata la nave ha atteso in vano per 4 giorni le autorizzazioni di Tripoli. Poi ha attraccato, sotto la copertura aerea di 10 F-16 turchi e affiancata da due fregate.

“A misurata acqua e luce mancano da circa 30 giorni, un mese” racconta un giovane a bordo della nave. “Non sappevamo niente di quanto accade fuori da Misurata, niente, eravamo tagliati fuori dal mondo, nessuna informazione. I cecchini di Gheddafi stavano appostati sui tetti”.

Tappa a Bengasi per caricare altri feriti, poi rotta verso Smirne, in Turchia. Intanto continua l’impasse sul terreno di guerra. Il fronte più caldo resta quello di Brega dove ribelli e lealisti si sono scontrati ancora ieri, quarto giorno di stallo attorno alla città petrolifera.