ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio: raid aerei Onu-Francia su Abidjan

Lettura in corso:

Costa d'Avorio: raid aerei Onu-Francia su Abidjan

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi politica in Costa d’Avorio sembra arrivata al suo ultimo atto. Elicotteri delle Nazioni Unite e francesi hanno aperto il fuoco sul palazzo presidenziale, sulla residenza di Laurent Gbagbo e su due diverse basi delle truppe fedeli all’ex presidente ivoriano ad Abidjan.

Gli uomini rimasti fedeli a Gbagbo parlano dell’azione militare come di un tentativo d’assassinio e un atto illegale.

L’Eliseo ha confermato che l’ordine di agire è stato dato al contingente francese di 1.650 uomini che opera nella ex colonia. Forze francesi e Onu, hanno riferito fonti del governo di Parigi, avrebbero già effettuato a Abidjan operazioni militari per neutralizzare le armi impiegate contro i civili.

La presa della città passa, oltre che per la distruzione del palazzo presidenziale, anche per il controllo della tv di Stato, ora in mano ai pro-Gagbo.

Le forze del presidente ivoriano riconosciuto dalla comunità internazionale, Alassane Ouattara, hanno lanciato nella capitale economica del paese l’offensiva finale – secondo la definizione del loro portavoce – contro gli ultimi siti ancora in mano al presidente uscente.

Intanto, in alcune zone di Abidjan manca l’acqua e cominciano a scarseggiare i generi di prima necessità.