ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: tecnici cercano di chiudere falla a Fukushima

Lettura in corso:

Giappone: tecnici cercano di chiudere falla a Fukushima

Dimensioni di testo Aa Aa

Non sono riusciti con il cemento, e ora gli ingegneri cercano di sigillare la crepa al reattore numero 2 di Fukushima Daiichi in altri modi. I tecnici nipponici sperano di riuscire a chiudere la falla di 20 centimetri dalla quale viene riversata acqua radioattiva in mare con un polimero in grado di assorbire enormi quantità di acqua. Ci si prova anche aggiungendo segatura e carta.

La Tepco ha poi annunciato che due suoi dipendenti scomparsi il giorno dello tsunami mentre stavano facendo un sopralluogo alla centrale, sono stati trovati morti sotto la sala turbine. “Due nostri dipendenti sono scomparsi il giorno dello tsunami, mentre stavano compiendo un sopralluogo – ha detto il portavoce Kazufumu Suzuki -. Il 31 marzo abbiamo trovato i loro corpi sotto la sala turbine”.

Superati i severi controlli in vigore nella zona off-limits della prefettura di Fukushima, una troupe della televisione di Stato cinese ha ripreso strade, edifici, aziende agricole ormai pressoché deserti. E anche colture che andranno quasi certamente perdute.

Il governo di Tokyo ha fatto sapere che potrebbero volerci mesi prima che le radiazioni cessino di fuoriuscire dall’impianto di Daiichi. Nell’opinione pubblica nipponica cresce l’avversità nei confronti delle centrali nucleari. Nella capitale, decine di persone si sono radunate davanti alla sede centrale della Tepco per protestare.