ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Battaglia di Abidjan: terzo giorno di combattimenti

Lettura in corso:

Battaglia di Abidjan: terzo giorno di combattimenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Terzo giorno di combattimenti per il controllo di Abidjan. La capitale economica della Costa d’Avorio si è trasformata da giovedì notte in un campo di battaglia: le milizie del capo di stato internazionalmente riconosciuto Alassane Ouattara hanno lanciato l’offensiva finale, dicono, contro le forze fedeli al presidente uscente Laurent Gagbo.

La Francia ha rinforzato il proprio contingente con altri 150 uomini per proteggere i circa 12 mila connazionali presenti. Sul terreno si trovano 1.100 soldati.

Gli uomini di Gbagbo combattono per difendere il palazzo presidenziale e dicono di aver ripreso il controllo della televisione di stato, dopo gli scontri di venerdì. Queste sono le immagini girate intorno all’edificio, attaccato giovedì dalle forze di Ouattara.

Centinaia di sostenitori di Gbagbo, i cosiddetti “giovani patrioti”, hanno attraversato la Laguna Ébrié stamane per andare a combattere nel centro.

Lo stesso è accaduto via terra per i filo-Ouattara. Almeno 500 uomini hanno fatto rifornimenti a Nord di Abidjan pronti a sferrare, dicono, l’attacco decisivo. Gli scontri post-elettorali, hanno fatto dal 28 novembre ad oggi, oltre mille morti. Gli ultimi 800 sono stati registrati in una sola giornata nella città di Douékoué, nell’ovest del paese.