ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pulizia etnica in Georgia: la Corte Mondiale non si pronuncia

Lettura in corso:

Pulizia etnica in Georgia: la Corte Mondiale non si pronuncia

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte Internazionale di Giustizia si e’ dichiarata incompetente a giudicare la denuncia della Georgia contro la Russia, accusata di ‘‘pulizia etnica’‘ nelle regioni separatiste dell’Ossezia del sud e dell’ Abkhazia. Il presidente del Tribunale, nel corso di un incontro pubblico all’Aia ha precisato che la decisione della Corte è avvenuta con “10 voti a favore e 6 contrari”.

I magistrati hanno riconosciuto che esiste una disputa tra Georgia e Russia per discriminazione razziale, ma che le parti non hanno tenuto i negoziati previsti prima di rivolgersi alla Corte.

La Georgia aveva presentato denuncia al più alto organo giudiziario dell’Onu il 12 agosto del 2008, poco dopo la guerra lampo di cinque giorni combattuta contro Mosca in Ossezia del sud. In seguito al conflitto, le due regioni separatiste, appoggiate dalla Russia, proclamarono unilaterlamente l’indipendenza.