ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: a Brega vittime di "fuoco amico", dicono gli insorti

Lettura in corso:

Libia: a Brega vittime di "fuoco amico", dicono gli insorti

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli insorti libici sostengono di avere riconquistato Brega, e parlano di una decina di morti, uccisi da fuoco amico alla periferia dell’importante terminal petrolifero. Il raid aereo della coalizione avrebbe colpito quattro veicoli, inclusa un’ambulanza, stando a quanto affermano i rivoluzionari.

Tra i morti, anche tre infermieri e l’autista del mezzo. “Abbiamo visto gli aerei della coalizione condurre questo attacco – dice un insorto -. Noi siamo i rivoluzionari, le forze della coalizione non dovrebbero fare errori, perché le truppe di Gheddafi sono a 50 chilometri di distanza”.

Alcuni dei corpi delle vittime sono già stati sepolti, mentre la Nato ha fatto sapere che la coalizione cercherà di fare luce su quanto avvenuto a Brega. Sul campo la situazione è confusa, segnata dall’avanzata e ritirata dei ribelli.

Nella città meridionale di Sebha, le autorità libiche hanno mostrato a un gruppo di giornalisti internazionali alcuni edifici danneggiati e un gruppo di persone ferite ricoverate all’ospedale locale. Segni, sostengono, degli attacchi della coalizione, che avrebbero fatto una quindicina di morti e quasi duecento feriti.