ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: individuata la perdita d'acqua radioattiva

Lettura in corso:

Giappone: individuata la perdita d'acqua radioattiva

Dimensioni di testo Aa Aa

Questo è quanto resta del reattore numero 4 di Fukushima Daiichi. Sono le prime immagini che mostrano da vicino i danni provocati dal terremoto e dallo tsunami. Ma i problemi maggiori giungono dal reattore numero 2: è da lì, secondo i tecnici della Tepco (Compagnia Elettrica di Tokio), che proviene la fuga di acqua radioattiva finita in mare.

L’evacuazione sarà a lungo termine, dicono gli esperti, mentre il premier Naoto Kan si è recato per la prima volta nelle regioni a nord-est, annientate dallo tsunami dell’11 marzo. Criticato per la visita tardiva, Kan ha raggiunto un villaggio di pescatori nella prefettura di Iwate e ha promesso che il governo andrà fino in fondo con gli aiuti:

“Ho discusso con le autorità locali su come far ripartire l’attività ittica, come ricostruire gli allevamenti di pesce e frutti di mare. Il governo giapponese farà tutto il possibile”.

Il premier si è recato anche a Fukushima, a 20 chilometri dalla centrale per incontrare i residenti e i volontari che da settimane cercano di raffreddare i reattori. L’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica ha dichiarato che i livelli di radioattività sono scesi a 40 chilometri dall’impianto, ma che la situazione resta comunque molto grave.