ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Donne-serpenti e scollature anti-crisi. La moda di Porto

Lettura in corso:

Donne-serpenti e scollature anti-crisi. La moda di Porto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’immaginazione in passerella in Portogallo. Una fantasia con cui la settimana della moda di Porto si è proposta di celebrare la forza immaginativa di un’arte, mai come ora necessaria anche a regalare un po’ d’ottimismo.

Pace, libertà e leggerezza i grimaldelli a cui si è affidata l’ispirazione del portoghese Carlos Gil.

Un rigoroso bianco e nero, la simbologia cromatica a cui Fatima Lopes ha invece affidato la contrapposizione fra bene e male, che ritiene contraddistingua la contemporaneità.

“E’ una collezione molto grafica – dice la stilista -, molto curata nei dettagli. Una tendenza che mi appartiene, ma che in questo caso si arricchisce di elementi più futuristici. Ho pensato che alla situazione economica del paese si dovesse rispondere con un pizzico di umorismo. E il compito della moda è anche quello di regalarci un tocco di fantasia e magia”.

E verde è non a caso l’unica eccezione al bianco e nero della sua collezione: un verde che lei stessa definisce “speranza”.

Tutt’altri ritmi e tutt’altre ispirazioni per Felipe Oliveira. “L’arrivo delle iguana” il nome che il nuovo direttore artistico di Lacoste ha dato alla sua collezione: un trionfo di tessuti e colori a cui affida il compito di ammantare le sue donne di una lucente pelle di rettile.

“Una notte all’opera” il tema scelto da Miguel Vieira. Per uomo e donna, anche qui a dominare sono il bianco e nero, ma con ampie deroghe a gialli acidi, viola e trionfi di altri colori.

Si propone infine come voluttuosa, lasciva e poetica al tempo stesso, la donna vestita da Katty Xiomara. Combinazione di linee rigide e fluttuanti, a cui la stilista affida la sua ricerca della sensualità.