ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Come costruire un'Europa più tollerante?

Lettura in corso:

Come costruire un'Europa più tollerante?

Dimensioni di testo Aa Aa

Patricia, di Lione, in Francia, ci chiede:

“Le rivoluzioni in corso nei paesi arabi mostrano che c‘è effettivamente sete di democrazia, ma gli europei sono preoccupati per l’arrivo in massa degli immigrati. Al tempo stesso nelle città cresce la violenza e aumenta il numero di aggressioni. La domanda è: è possibile vivere nella pace e nella tolleranza?”

Risponde Moshe Kantor, co-presidente del del Consiglio europeo della tolleranza e della riconciliazione:

“Non è possibile vivere senza tolleranza, è il fondamento per la comprensione reciproca nel futuro.

“Il migliore esempio di tolleranza e riconciliazione non solo in Europa ma nel mondo è l’Unione europea”…

“27 paesi, nonostante le enormi differenze, in particolare fra Europa centrale e occidentale, si sono uniti. In questo momento l’Unione europea è più che altro un’unione economica ma procede verso valori sempre più politici.

“Oggi l’Europa è un continente di stranieri. Non possiamo vivere senza stranieri, perché gli stranieri fanno parte del nostro ‘esercito’ di lavoratori”.

“Nella pratica, dobbiamo stabilire le leggi su come accettare gli stranieri, farli sentire a loro agio nei paesi europei dove sono una minoranza. Ed è per questo che è così importante fare la transizione dalle buone intenzioni alla legislazione.

“Il modo migliore per fare qualcosa di concreto è creare un centro per l’istruzione e la ricerca che potremmo chiamare l’Università della sicurezza globale e della tolleranza garantita”.