ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, la Nato indagherà sui civili uccisi

Lettura in corso:

Libia, la Nato indagherà sui civili uccisi

Dimensioni di testo Aa Aa

La morte dei civili in Libia, effetto collaterale dei bombardamenti della coalizione internazionale che tanto mirati non riescono ad essere.

Dopo la denuncia del vescovo di Tripoli che parla di decine di vittime nella capitale libica in una sola notte, risponde alle domande dei giornalisti in merito e promette un’inchiesta il generale canadese Charles Bouchard, in videoconferenza da Napoli dove ha assunto il comando dell’operazione Unifed Protector: “Siamo al corrente delle notizie. Ma la Nato ha assunto il comando delle operazioni solo giovedì mattina alle sei. Faremo un’indagine e comunicheremo i risultati alla fine dell’inchiesta”.

Scopo della missione, ha ribadito Bouchard, è applicare la risoluzione Onu: far rispettare l’embargo delle armi e la no-fly zone e proteggere la popolazione.

A tutt’oggi, però, è difficile avere un bilancio preciso e ufficiale sulle persone uccise finora dagli aerei dei volenterosi.