ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, Medvedev plaude al raid in Inguscezia

Lettura in corso:

Russia, Medvedev plaude al raid in Inguscezia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente russo difende l’operazione compiuta dai militari due giorni fa in Inguscezia, in cui sono stati uccisi 17 esponenti della guerriglia filo-islamica del Caucaso. Nell’attacco sono morti anche tre membri delle forze di sicurezza russe.

Dimitri Medvedev ha definito l’operazione “una punizione legittima” per gli attentati compiuti all’aeroporto moscovita di Domodedovo e nella metropolitana della capitale russa.

Complimentandosi con i servizi di sicurezza federali, il leader del Cremlino ha aggiunto:

“Gli sforzi per liquidare i ribelli devono proseguire. Dato che questi problemi persistono in alcune delle nostre repubbliche del Caucaso, bisogna risolverli in questo modo”.

Nel corso dell’operazione sono stati arrestati due fratelli coinvolti nell’inchiesta sull’attacco terroristico all’aeroporto di Mosca. Avrebbero accompagnato l’attentatore, il 24 gennaio, nello scalo di Domodedovo, dove ha provocato 37 morti.