ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio: truppe pro-Ouattara verso la capitale

Lettura in corso:

Costa d'Avorio: truppe pro-Ouattara verso la capitale

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla Costa d’Avorio pende l’incubo di una nuova guerra civile. Le forze del presidente riconosciuto dalla comunità internazionale, Alassane Ouattara avanzano, secondo alcune testimonianze sono entrate nella capitale politica Yamoussoukro.

Hanno conquistato Soubiré, a nord di San Pedro, il più importante porto amondo nel commercio di cacao.

La Francia, impegnata a risolvere la crisi, chiede all’Onu di imporre all’ex presidente Gbagbo di lasciare.

“L’unico modo per cacciare Gbagbo è la forza – dice un combattente pro-Ouattara – Noi sappiamo dove dorme. Sappiamo dove sono le sue armi. Se pensa che non possiamo più avanzare si guardi intorno. Lo faremo questa settimana”.

I quattro mesi di contrasto tra i due candidati alle elezioni presidenziali, secondo l’Onu, hanno provocato la morte di oltre 460 persone, per lo più civili.

Combattimenti con armi pesanti si registrano nella città di Tiebissou, ora in mano alle truppe di Ouattara. Intanto, cresce il numero di rifugiati che tentano di scappare dalle violenze.

Almeno 10.000 persone, secondo Amnesty International, hanno cercato rifugio in questi giorni nella missione cattolica di Duekué, nell’ovest del Paese.