ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Raid in Inguscezia: potrebbe essere morto il terrorista più ricercato della Russia

Lettura in corso:

Raid in Inguscezia: potrebbe essere morto il terrorista più ricercato della Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Cremlino dice di aver inferto un duro colpo alla guerriglia islamica in Inguscezia. Il raid via aria e via terra condotto delle forze russe su un presunto campo di addestramento per terroristi, sarebbe costato la vita a 17 guerriglieri, incluso Doku Oumarov, primula rossa della guerriglia islamica nel Caucaso russo. I dettagli dell’incursione:

“Durante l’operazione speciale nella repubblica di Inguscezia sono stati arrestati due cittadini: sono i fratelli Yandiev, Iles e Islam. Secondo le informazioni raccolte durante le indagini, hanno incontrato il terrorista Magomed Yevloyev e lo hanno accompagnato all’aeroporto Domodedovo il 24 gennaio”.

Il 24 gennaio è la data dell’attentato allo scalo di Mosca, in cui persero la vita 37 persone. Fu rivendicato da Oumarov. Il raid russo in Inguscezia coincide con il primo anniversario di un altro attentato, quello alla metropolitana di Mosca. Il bilancio fu di 40 morti e oltre 160 feriti.