ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Giappone: la Tepco sottovalutò i rischi per Fukushima  


Giappone

Giappone: la Tepco sottovalutò i rischi per Fukushima  

Sono stati sottovalutati i rischi alla centrale di Fukushima in Giappone. Sotto i riflettori ancora la Tepco: non avrebbe tenuto conto di un rapporto del 2007 redatto dagli ingegneri dell’impianto. Questi avvertivano che c’era il dieci per cento di possibilità che un’onda sismica superiore a sei metri, limite massimo stabilito per la sicurezza della centrale potesse colpirla in un lasso di tempo di cinquant’anni. Tutto questo mentre oggi il governo ha ammesso il ritrovamento di tracce di plutonio.
 
“E’ una situazione di enorme emergenza”, dice Naj Meshkati, esperto della University of Southern California, “occorre un responsabile delle operazioni, misure consistenti per far fronte al problema e voglio sottolineare che si tratta di una crisi nucleare internazionale che oltrepassa le capacità di una struttura, che sia Tepco o il governo giapponese”.
 
Oltre settantamila persone sono state evacuate in un’area di venti chilometri dalla centrale. L’opposizione ha chiesto al governo di estendere la zona di esclusione. Mentre Greenpeace effettua il monitoraggio nei 40 chilometri intorno all’impianto danneggiato dal sisma e dallo tsunami dell’11 marzo.

Prossimo Articolo

mondo

Lampedusa, manca il cibo per 2 mila migranti