ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Libia, ritirata dei soldati verso Sirte, ribelli padroni di Ras Lanuf


Libia

Libia, ritirata dei soldati verso Sirte, ribelli padroni di Ras Lanuf

Gli insorti avanzano velocemente verso ovest.

Dopo aver conquistato Brega, hanno ripreso Ras Lanuf, sede di un’importante raffineria, e affermano che anche Sirte, la città natale del colonnello Gheddafi, è caduta e che nell’ovest hanno il controllo di Misurata.

Da est, le forze di Tripoli continuano a ripiegare verso la capitale.

Secondo i ribelli, stanno scappando:

“I soldati di Gheddafi sono molto piú lontani, non riusciamo neanche a seguirli,” dice un combattente dell’opposizione. Un altro aggiunge: “Hanno talmente tanta fretta che abbandonano tutto quello che hanno (armi, vestiti, cibo) e li prendiamo noi.”

Gli insorti affermano che sono cessati i combattimenti anche a Misurata, terza città della Libia. Dopo l’aspra battaglia che ieri avrebbe provocato 8 morti e 24 feriti, solo una piccola parte del centro abitato sarebbe rimasta nelle mani dei governativi.

Intanto la via è completamente libera da Bengasi a Ras Lanuf, passando per Brega, dove tutto si è svolto molto velocemente, come ha potuto osservare l’inviato di Euronews, Mustafa Bag: “L’altra notte ci sono stati scontri. Veicoli pieni di armi sono stati distrutti. I ribelli sono passati da questa zona e sono arrivati nel centro della città, a 5 chilometri da qui. E come vedete, la strada è così libera che si può raggiungere facilmente Brega.”

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Amministrative in Germania: sonora sconfitta della CDU