ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste anti-nucleare in Germania e Italia

Lettura in corso:

Proteste anti-nucleare in Germania e Italia

Dimensioni di testo Aa Aa

“No al nucleare”. Lo hanno sostenuto in duecento mila sabato in Germania.

A Berlino, Monaco, Amburgo e Colonia l’effetto Fukushima ha portato folle colorate in piazza chiedendo la chiusura delle 17 centrali tedesche. Una protesta che lancia un messagigo ben preciso alla vigilia delle amministrative considerate un test per la politica energetica del cancelliere Angela Merkel.

“Il nucleare deve finire dice un manifestante ci sono abbastanza alternative e preferisco risparmiare un po’ d’energia piuttosto che avere queste centrali nel mio paese, in Europa, o in qualunque altra parte del mondo”.

Manifestazione anti-nucleare anche in Italia. 300 mila persone hanno marciato nel centro di Roma rispondendo all’appello del comitato referendario per dire no alla privatizzazione dell’acqua e al nucleare. Nonostante la moratoria di un anno annunciata dal governo sulla scelta dei possibili siti, gli italiani saranno chiamati a votare il 12 e il 13 giugno, 24 anni dopo il referendum che sancì la chiusura delle quattro centrali italiane.