ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fukushima, allarme resta alto. Il premier: "Gli sforzi continuano"

Lettura in corso:

Fukushima, allarme resta alto. Il premier: "Gli sforzi continuano"

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora acqua altamente contaminata attorno alla centrale nucleare giapponese di Fukushima. Il timore delle autorità è che la nuova scoperta possa rallentare le attività che puntano a raffreddare i reattori danneggiati dal terremoto e dallo tsunami di due settimane fa.

Secondo i dati diffusi oggi dall’agenzia nucleare nipponica, la concentrazione di iodio radioattivo nel mare attorno all’insediamento, è 1250 volte al di sopra dei limiti di legge.

Il primo ministro Naoto Kan si è detto molto preoccupato, ed ha aggiunto che nessuno sforzo sarà risparmiato per riuscire a riportare la situazione sotto controllo.

La crisi giapponese si sta gradualmente estendendo anche ad altri paesi. In Cina, su numerosi turisti priovenienti da Tokyo sono stati riscontrati importanti livelli di contaminazione.

“Lo iodio radioattivo che abbiamo misurato era molto elevato. Nessuno dei soggetti sta male, tanto che non saranno nemmeno ospedalizzati, e non ci saranno pericoli per nessuno”, spiega un medico.

Nonostante ciò, le autorità dei paesi vicini al Giappone stanno adottando drastiche misure per controllare l’arrivo di viaggiatori e di alimenti dalle zone potenzialmente a rischio.