ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: ancora morti nelle proteste anti-regime

Lettura in corso:

Siria: ancora morti nelle proteste anti-regime

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze dell’ordine siriane aprono il fuoco sui manifestanti in marcia verso Daraa. Il bilancio sarebbe di almeno 15 morti, riferiscono i media locali. Scontri anche nel centro della città divenuta il simbolo della protesta anti-regime.

Già mercoledì la polizia aveva sparato sulla folla uccidendo almeno 37 persone. Stamane in 20 mila hanno partecipato ai primi funerali.

I manifestanti, scesi in piazza circa una settimana fa, chiedono meno corruzione e più libertà politica, dopo quasi 50 anni con il partito Baath al potere. Un esponente dell’opposizione:

“La Siria è pronta ad esplodere. La situazione è come una valanga destinata a ingrandirsi sempre più nei prossimi giorni. Il governo ha la chiave per trovare la soluzione. Ma apparentemente il regime non ha una visione a lungo termine. Ci sono arresti in numerose città e in ogni modo i prossimi giorni proveranno che questo regime non potrà cambiare”.

Il presidente Bashar al-Assad ha risposto alle proteste promettendo di mettere fine alla legge d’emergenza e di aumentare i salari. Annuncio salutato con manifestazioni di apprezzamento nella stessa Daraa, che continua comunque a essere il cuore della protesta contro l’establishment.