ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: alla Nato il controllo della no-fly zone

Lettura in corso:

Libia: alla Nato il controllo della no-fly zone

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nato guiderà le operazioni per imporre la no fly zone sulla Libia.

Si sta valutando l’opportunità che l’Alleanza Atlantica assuma maggiori responsabilità, ma per ora si limiterà a neutralizzare qualsiasi aereo libico nei cieli del Paese nordafricano.

“Si opererà in stretta collaborazione con i nostri partner nella regione ed è benvenuto il loro contributo”, ha detto il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen.

Le altre operazioni militari restano, al momento, di esclusiva competenza della cosiddetta ‘coalizione dei volenterosi’ guidata da Usa, Gran Bretagna e Francia.

“La NATO è l’organismo adatto a questo sforzo di coordinamento internazionale e a garantire che tutte le nazioni partecipanti lavorino insieme per raggiungere efficacemente i nostri obiettivi comuni – ha detto il segretario di Stato americano, Hillary Clinton – Le truppe di Gheddafi sono state respinte, ma rimangono una minaccia grave per la sicurezza della gente”.

Mentre la coalizione internazionale cerca di stabilire il proprio assetto operativo, Tripoli ha affrontato una nuova notte di bombardamenti: la coalizione internazionale punta a stanare Gheddafi, rifugiato nel suo bunker.