ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Raid su Tripoli, governo libico parla di civili morti

Lettura in corso:

Raid su Tripoli, governo libico parla di civili morti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’intervento in Libia entra nel sesto giorno, dopo una nottata di bombardamenti e scontri tra le forze di Gheddafi e gli insorti. La televisione libica ha mostrato fiamme e distruzione provocate dai raid della coalizione internazionale in quella che viene descritta come una base militare di Tripoli. Nella capitale si sono uditi colpi di arma da fuoco della contraerea e forti esplosioni fino alla mattinata.

Per la prima volta dall’inizio delle ostilità, le autorità libiche hanno accompagnato un gruppo di giornalisti in un ospedale della capitale, e hanno mostrato loro cadaveri, alcuni carbonizzati, di militari e civili – hanno detto – sarebbero stati uccisi durante i bombarmenti.

Le forze di Gheddafi sono tornate a dirigersi con i carri armati verso Misurata, e avrebbero iniziato a sparare vicino all’ospedale. I rivoluzionari sostengono che ieri una ventina di persone sarebbero morte per mano dei cecchini del Rais, presenti nella città, come sembrerebbe mostrare un video amatoriale diffuso su internet. Gli abitanti dicono che acqua, elettricità, e telecomunicazioni sono state tagliate. Per ragioni tecniche, sostengono le autorità.