ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen, Saleh propone presidenziali entro 2011

Lettura in corso:

Yemen, Saleh propone presidenziali entro 2011

Dimensioni di testo Aa Aa

Presidenziali a fine 2011, con 2 anni di anticipo, e un referendum per una nuova costituzione.

È la risposta del presidente yemenita Ali Abdullah Saleh alla protesta che da settimane chiede le sue dimissioni e alla mobilitazione generale di venerdì prossimo, organizzata per denunciare le frodi sul voto dello stato d’emergenza.

Concessioni che cercano soprattutto di evitare un possibile colpo di stato, dopo che alti ufficiali dell’esercito si sono uniti alla protesta come autorità religiose e capi tribù:

“Deve ascoltare la sua coscienza”, afferma il tenente generale Ahmed Mohamad Hussein Ahmed, “lasciare il paese e permettere al popolo di scegliere i propri rappresentanti”.

Resteremo qui fino al cambiamento, promettono i manifestanti tra le foto degli studenti arrestati.

E con la rivolta, ora, ci sono anche i giornalisti della tivù di stato: “Questa tenda rappresenta i giornalisti liberi che hanno lasciato la televisione yemenita”, spiega Samir Abdelwali, “dal momento che appartiene al Governo, racconta bugie e inganna il pubblico”.

Dura la condanna dell’Occidente e della Lega araba contro la repressione effettuata dal regime che solo venerdì scorso ha fatto più di 50 morti e centinaia di feriti.