ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Tokyo i cittadini fanno scorta di acqua

Lettura in corso:

A Tokyo i cittadini fanno scorta di acqua

Dimensioni di testo Aa Aa

La Tepco, società che gestisce la centrale nucleare di Fukushima, non gode di buona fama, nel suo passato ci sono omissioni e scandali. E anche nel suo presente. La sua sede è stata teatro di una protesta a Tokyo, che non è nelle immediate vicinanze di Daiichi, ma che inizia a pagare le conseguenze degli incidenti avvenuti:

Gonzalo Robledo, il giornalista colombiano, freelance, vive a Tokyo, e a Euronews racconta: “La vendita dell’acqua in bottiglia è molto diffusa in Giappone. Vista la situazione, molte persone hanno iniziato a fare scorta. In realtà, i giapponesi sono perfettamente al corrente dei rischi ai quali sono sottoposti normalmente, e quindi, molti di loro avevano già iniziato a fare provviste e a raccogliere acqua in tutti i recipienti a disposizione.

In molti sono preoccupati a causa delle informazioni che circolano sulla contaminazione dell’acqua. Allo stesso tempo, ci sono parecchie persone che hanno fiducia in quello che dice il governo, perché in genere, i giapponesi nutrono forte rispetto per le autorità. Al contrario, altre credono che il governo abbia nascosto informazioni importanti, poiché vi sono molti interessi in gioco. Soprattutto, c‘è molta diffidenza nei confronti della Tepco, la società che gestisce la centrale nucleare”.