ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: la no fly zone non ferma i combattimenti

Lettura in corso:

Libia: la no fly zone non ferma i combattimenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Misurata, 200 chilometri a Est di Tripoli. Queste immagini, diffuse attraverso Youtube, dimostrano secondo i ribelli libici come i fedeli del Colonnello Gheddafi non esitino a colpire combattenti e civili senza distinzione.

Chi sia il responsabile dell’attacco non è verificabile. Ma una cosa sembra certa: il cessate il fuoco dichiarato meno di 48 ore fa è già una chimera.

Secondo diverse testimonianza l’ospdeale di Misurata sarebbe stracolmo, non più in grado di rispondere alle esigenze. Secondo le stesse testimonianze le vittime della battaglia di ieri sarebbero in gran parte civili.

In ogni caso a Misurata la no fly zone non è ancora effettiva e, per le forze della coalizione, è difficile distinguere tra forze del regime, ribelli, civili.

Combattimenti anche a Zintan, 150 chilometri da Tripoli. E i rivoltosi proseguono inoltre nel tentativo di riconquistare Ajdabiya, nell’Est del Paese.

Combatteremo finché la Libia non sarà libera, finchè il tiranno non se ne sarà andato, in qualunque condizione, dice uno dei ribelli mostrando la gamba ingessata.