ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: Italia vs Francia sul comando Nato

Lettura in corso:

Libia: Italia vs Francia sul comando Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

Le bombe diminuiscono, l’incertezza sul futuro dell’operazione in Libia aumenta. La contraerea libica ha fatto nuovamente fuoco questa notte. I Mirage e i Rafale francesi hanno sorvolato il Paese per la terza notte consecutiva. Gli ultimi tornado italiani sono rientrati ieri sera alle 21.30 circa. Il ministro della Difesa La Russa assicura che i caccia italiani non sparano. Ma ora è discordia aperta sulla guida della missione. La Francia che partecipa col maggior numero di aerei è contraria all’affidamento della guida della missione alla Nato. L’Italia vuole invece che il comando passi all’Alleanza. Diversamente Roma è pronta a fare un passo indietro sulla disponibiltà delle basi aeree.

“Vogliamo che il comando delle operazioni passi alla Nato” ha detto il Presidente del Consiglio Barlusconi.

Dopo aver tamponato l’attacco degli uomini di Gheddafi a Bengasi resta ora aperto l’interrogativo su quale sia lo scopo della missione dei Paesi occidentali che, per volontà dichiarata e per mandato Onu, non hanno Gheddafi come bersaglio diretto. Obama ha comunque ribadito che Gheddafi se ne deve andare. Ma ha anche sottolineato che il controllo delle operazioni passerà in altre mani non nelle prossime settimane ma nei prossimi giorni.