ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: con o senza la Nato? Se ne discute, a bombardamenti in corso

Lettura in corso:

Libia: con o senza la Nato? Se ne discute, a bombardamenti in corso

Dimensioni di testo Aa Aa

Il dilemma sulla missione a guida Nato. E’ ciò di cui le diplomazie dell’Alleanza Atlantica discutono mentre la “coalizione dei volonterosi” è impegnata nell’intervento in Libia. Ad aver impedito che a Bruxelles i ventotto membri della Nato trovassero un accordo in merito c‘è in primis il delicato rapporto con la Lega Araba. A quarantotto ore dall’inizio delle operazioni militari sembra chiaro che almeno per ora l’azione continuerà ad essere condotta da Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia in prima linea, con l’appoggio di altri tra cui Canada, Italia, Qatar, Emirati. 
  
“La Lega Araba è riluttante all’idea di operare sotto mandato Nato”, ha detto il Segretario alla Difesa americano Robert Gates. “Quindi il problema è capire come poter lavorare con i mezzi messi a disposizione della Nato senza che si tratti di una missione Nato”.
  
La Francia è uno dei Paesi che con più fermezza si schiera per un non coinvolgimento della Nato, nel timore di peggiorare ulteriormente la percezione che i Paesi arabi hanno dell’Alleanza. Intanto la Nato ha approvato ieri un piano operativo per far rispettare l’embargo delle armi destinate alla Libia.