ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: basi e mezzi della coalizione

Lettura in corso:

Libia: basi e mezzi della coalizione

Dimensioni di testo Aa Aa

I velivoli italiani, che la notte scorsa sono entrati in azione, sono stanziati alla base di Trapani Birgi. Si tratta di caccia Tornado, particolarmente adatti ad attaccare postazioni radar e rampe lanciamissili, e velivoli per il rifornimento in aria.  
 
Ecco il quadro dei paesi partecipanti, a partire dagli USA, con 5 navi, 42 aerei, 3 sommergibili, mentre la Francia impiega una portaerei, tre navi, un sommergibile e una quarantina di aerei, principalmente Mirage.   Poi ci sono britannici, canadesi, spagnoli, danesi, norvegesi, belgi, e soprattutto ci sono anche gli F16 del Qatar e degli Emirati Arabi Uniti.  Presenza fondamentale, la loro, per rappresentare il mondo arabo e conferire maggiore legittimità all’intervento.
 
Oltre ai mezzi, l’Italia fornisce le basi, non usate dai francesi, che partono dalla Corsica, e solo limitatamente dai britannici, che possono far riferimento anche alla base cipriota di Akrotiri.