ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: vittoria socialista alle cantonali, sale l'estrema destra

Lettura in corso:

Francia: vittoria socialista alle cantonali, sale l'estrema destra

Dimensioni di testo Aa Aa

Un brutto colpo per Nicolas Sarkozy, che non sembra avere vantaggi immediati dal protagonismo internazionale per la guerra in Libia: le elezioni cantonali sono state appannaggio della sinistra e hanno visto una forte crescita dell’estrema destra, guidata da Marine Le Pen.

Un risultato storico per la leader del Front National, eletta pochi mesi fa dal Congresso in sostituzione del padre, fondatore del partito e capace di portarlo al ballottaggio presidenziale, alcuni anni fa.

Il Front National ha ottenuto circa il 15%, contro il 17% dell’UMP e il 25% dei socialisti. Ma con un’astensione record, al 55%.

“Era il mio giorno libero, ho dormito”, spiega una non-votante. Un’altra motiva: “I politici sono tutti bugiardi, promettono, promettono, promettono e noi facciamo sempre più fatica a tirare avanti”

Nel 2012 si vota per le presidenziali, e l’avanzata dell’estrema destra inquieta non poco: la sinistra, guidata dalla socialista Martine Aubry, ha proposto, per il secondo turno delle cantonali, un patto repubblicano, come fece per le presidenziali del 2002, quando Le Pen padre si ritrovò al ballottaggio contro Chirac.

Il centro-destra però, almeno per queste cantonali, non ci sta: per le oltre 200 amministrazioni in cui la settimana prossima il Front National sfiderà un candidato socialista, l’UMP non ha dato alcuna indicazione di voto. Nessuna alleanza con l’estrema destra, ma nemmeno appoggio ai socialisti.