ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Raid in Libia: per il regime 48 morti e oltre 150 feriti

Lettura in corso:

Raid in Libia: per il regime 48 morti e oltre 150 feriti

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 48 morti e oltre 150 feriti in aree civili. Sarebbe questo un primo bilancio provvisorio dei bombardamenti su Tripoli e degli attacchi agli obbiettivi del regime del Rais a Sirte, Bengasi, Misurata e Zuwarah. Le cifre arrivano dalla tv di Stato libica, resta da stabilire se a provocare vittime e feriti siano stati i raid delle forze occidentali oppure gli scontri tra i ribelli e le milizie di Gheddafi.

Secondo testimoni le truppe del Colonello avrebbero di nuovo attaccato pesantemente Bengasi, la roccaforte dei rivoltosi. Chi resta si prepara per quella che sembra ormai l’offensiva finale contro Gheddafi.

“ Abbiamo chiesto alla nostra gente di continuare a resistere nei villaggi e nelle città di tutta la Libia, dice un membro del consiglio nazionale di transizione. Il regime di Gheddafi ha i giorni e le ore contate, grazie al cielo”.

Intanto Gheddafi continuare a sfidare l’occidente: il governo libico ha fatto sapere che non coopererà piu’ nella sua lotta contro l’immigrazione clandestina oltre a considerare nulla la risoluzione dell’Onu che prevede una no-fly zone rafforzata e l’immediato cessate il fuoco per proteggere la popolazione civile.