ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Lega Araba critica raid aerei su Libia


Libia

Lega Araba critica raid aerei su Libia

La Lega araba critica i raid aerei della coalizione internazionale e convoca un vertice d’urgenza per discutere degli sviluppi nel mondo arabo e in particolare in Libia. Dal Cairo, dove ha accolto il presidente del Parlamento europeo e un gruppo di eurodeputati, il Segretario generale Amr Moussa prende le distanze: “Abbiamo chiesto al Consiglio di Sicurezza una no-fly zone – ha detto -, per proteggere i civili e di creare aree sicure per i civili, per evitare attacchi contro di loro. Per quanto riguarda gli sviluppi militari di oggi, non ho abbastanza elementi per giudicare”.

Sulla Libia è intervenuto anche Recep Tayyip Erdogan. A margine di un forum economico in Arabia Saudita, rispondendo ai giornalisti, il premier turco ha chiesto a Muammar Gheddafi di farsi da parte al più presto: “Gheddafi si contraddice – ha detto Erdogan -. All’inizio aveva detto di essere un leader ma di non avere una funazione ufficiale. Se non ha una posizione ufficiale, allora dovrebbe cedere il potere a chi ha la legittimità”.

Al coro delle reazioni suscitate dall’intervento in Libia si aggiunge la Russia, che chiede a Regno Unito, Francia e Stati Uniti di non sferrare attacchi aerei contro bersagli non militari. Così come la Russia, anche la Cina si è astenuta durante il voto all’Onu sulla no-fly zone. Pechino ha espresso disappunto per gli attacchi.

Prossimo Articolo

mondo

Notte di guerra per la Libia, distrutti obiettivi sensibili