ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Yemen, l'opposizione torna in piazza dopo la strage


Yemen

Yemen, l'opposizione torna in piazza dopo la strage

L’opposizione in Yemen è tornata in strada a protestare, all’indomani dell’uccisione di oltre quaranta persone nella capitale Sanaa.

Un atto di sfida al presidente Saleh, che, dopo il massacro di venerdì, ha decretato lo stato di emergenza: una misura che limita gli assembramenti e aumenta la discrezionalità della polizia nell’eseguire arresti.

“I crimini che sono stati commessi non lasciano dubbi – sostiene uno degli organizzatori della protesta – questo regime ha scelto la violenza come unico approccio”.

L’opposizione accusa l’esecutivo per il massacro di venerdì, quando i manifestanti, raccolti davanti all’università della capitale, sono stati bersagliati da cecchini appostati sui tetti.

Per dissociarsi dalla strage, due esponenti di spicco del partito di governo hanno rassegnato le dimissioni.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Incubo radiazioni. Il Giappone trema per il cibo contaminato