ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caccia francesi sulla Libia. La mappa di basi e obiettivi

Lettura in corso:

Caccia francesi sulla Libia. La mappa di basi e obiettivi

Dimensioni di testo Aa Aa

Aerei militari francesi hanno iniziato a sorvolare Bengasi e il territorio libico. Il presidente Sarkozy ha confermato che la loro missione è quella di impedire attacchi sulla roccaforte dei ribelli. Decollati nel primo pomeriggio dalla base aerea di Saint-Dizier, i caccia in questione sono concepiti per missioni di bombardamento, ricognizione e difesa.

Nel Mediterraneo e non solo, le basi aeree di cui dispone la comunità internazionale per imporre le risoluzioni Onu al regime di Gheddafi.

Mentre dalla Libia arrivano voci secondo cui Tripoli starebbe facendo convergere un crescente numero di persone verso gli obiettivi più sensibili, gli esperti confermano l’alto rischio di perdite, nel caso di un ricorso agli scudi umani.

Quasi 400 caccia e circa 18.000 uomini, le forze dislocate da Tripoli nelle sue basi aeree. 50.000, secondo le stime, le unità su cui invece conterebbero le forze di terra. Anche due sottomarini di pattuglia, infine, nella flotta a disposizione della marina del rais.

In attesa che venga aggiornato il loro mandato, dalla base di Sigonella continuano intanto a decollare gli Awacs: aerei radar della Nato, già da una settimana impegnati nel sorvolo della regione, ma nell’ambito di un’operazione antiterrorismo.