ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: Cameron convoca governo, Francia pronta all'intervento

Lettura in corso:

Libia: Cameron convoca governo, Francia pronta all'intervento

Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier britannico David Cameron ha convocato una riunione d’urgenza del governo sulla Libia, prima di recarsi in parlamento.

Il primo ministro dovrebbe precisare le condizioni della partecipazione di Londra alle operazioni per l’imposizione della no fly zone sulla Libia.

La risoluzione approvata dall’Onu punta a proteggere i civili e imporre una tregua, come spiega il ministro degli Esteri britannico, William Hague: “Si tratta di una risposta positiva alla chiamata da parte della lega araba per attuare le misure a salvaguardia della popolazione civile della Libia. È il risultato di un duro lavoro portato avanti nei giorni scorsi da Francia, Regno Unito, Libano e Stati Uniti”.

Il regime libico ha disposto la chiusura totale dello spazio aereo nazionale: una mossa che appare mirata a giocare d’anticipo rispetto alla concreta imposizione della no fly zone autorizzata dall’Onu.

La Francia lancia un avvertimento a Gheddafi, annunciando interventi aerei in tempi rapidi.

Gli ambasciatori dei Paesi membri della Nato hanno in programma un incontro a Bruxelles per discutere la risposta alla risoluzione.

La Turchia, invece, chiede un immediato cessate il fuoco in Libia e si oppone ad un intervento militare internazionale, definendo la Libia un Paese amico.

Anche la Germania si tira indietro, ma la Merkel dice di comprendere la volontà dei suoi alleati di partecipare a una missione militare.