ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fuggi-fuggi dal Giappone, caos in aeroporto

Lettura in corso:

Fuggi-fuggi dal Giappone, caos in aeroporto

Dimensioni di testo Aa Aa

È una situazione molto vicina al caos quella dell’aeroporto Narita di Tokyo, dove affluiscono migliaia di persone nel tentativo di lasciare al più presto il Paese.

Alcuni semplicemente perché non possono lavorare, in un Paese sostanzialmente bloccato dall’emergenza post-sismica, altri perché temono le radiazioni della centrale di Fukushima.

“Ci sono così tante fonti di informazione, gli articoli dicono tutti cose diverse, alla tivù dicono cose diverse, quindi penso sia semplicemente paura di non sapere se siamo al sicuro”

Le autorità giapponesi da giorni tentano di rassicurare: ma non tutti si fidano, soprattutto chi ha già visto da vicino un’emergenza nucleare:

“A noi russi sembra che l’incidente di Fukushima sia piuttosto simile a quello che è successo a Chernobyl. E quindi abbiamo paura e corriamo a casa”.

Quattrocento italiani sono partiti nelle ultime ore, l’ambasciata mette a disposizione per domani alcuni voli gratuiti, con precedenza a donne incinte e famiglie con bambini. Partenze però dall’aeroporto di Osaka, a circa due ore e mezza di treno da Tokyo.