ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Forte dibattito nucleare in Bulgaria

Lettura in corso:

Forte dibattito nucleare in Bulgaria

Dimensioni di testo Aa Aa

La catastrofe nucleare giapponese ha forti ripercussioni in Bulgaria, dove l’investitore russo Atomstroiexport ha vinto l’appalto per la costruzione di una nuova centrale nel nord del Paese.

Temendo un ulteriore rallentamento del progetto , i russi mercoledì hanno tenuto una conferenza stampa evidenziando la sicurezza del sito.

Il direttore di Atomenergoproekt Kirill Komarov:
“La sicurezza del sito nucleare di Belene è nel nostro interesse e rappresenta una priorità

La sicurezza è il nostro primo impegno e lo sarà ancora di più se diventiamo i proprietari della stazione. Vogliamo che la centrale funzioni perfettamente per i prossimi 60 anni”.

Un attivista di Greenpeace:

La lezione del Giappone e quella di altri eventi simili del passato ci dicono che siamo nella strada giusta. La Bulgaria dovrebbe mettere la parola fine alle sue ambizioni nucleari per il futuro prossimo e impegnarsi nella energie alternative. In base alla nostra strategia la Bulagria potrebbe diventare interamente verde entro il 2050”.

Nella storica centrale di Kozlodui solo due reattori sono attualmente in funzione, i 4 di fabbricazione sovietica sono stati dismessi tra il 2003 e 2006 su pressione dell’Unione europea.