ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Emergenza sfollati nelle aree colpite dallo tsunami

Lettura in corso:

Emergenza sfollati nelle aree colpite dallo tsunami

Dimensioni di testo Aa Aa

In Giappone l’emergenza non è solo quella di Fukushima, è anche quella degli sfollati. Nelle aree colpite da terremoto e tsunami, code sempre più lunghe si formano alle stazioni di servizio, si cerca soprattutto kerosene per riscaldarsi, ma anche benzina per il pieno dell’auto.

Ormai tutto è razionato. Le scorte di carburante, così come quelle di acqua e cibo, iniziano a scarseggiare, i medicinali non sempre bastano, soprattutto con l’aumentare del numero delle persone evacuate dal perimetro a rischio intorno alla centrale nucleare.

Il materiale distribuito arriva a destinazione tra mille difficoltà. In questo periodo dell’anno nella parte settentrionale del Giappone basse temperature e neve sono consuetudine. Una componente cui si aggiunge anche la cattiva condizione della circolazione su strada: molte strade sono infatti bloccate.

Oltre 400.000 persone hanno trovato riparo in oltre 2.000 rifugi improvvisati in otto prefetture. Le autorità di Iwate, Miyagi e Fukushima hanno richiesto circa 30.000 prefabbricati. Gli sfollati hanno bisogno di vestiti, di coperte. Tra loro ci sono molti anziani, ma anche bambini. Alcuni, dicono gli operatori di Save the Children, sono in condizioni disperate.