ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prove di armonizzazione fiscale in Europa

Lettura in corso:

Prove di armonizzazione fiscale in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Prove di armonizzazione fiscale in Europa.

La Commissione europea ha presentato la proposta per arrivare all’adozione di un sistema comune per il calcolo della base imponibile consolidata delle società.

Algirdas Šemeta

Taxation Commissioner

“Il sistema comune per il calcolo della base imponibile consolidata delle società è un sistema ideato per le imprese di qualsiasi dimensione, tenendo in mente che la piccole e medie imprese sono lo zoccolo duro dell’economia europea. Le società potranno scegliere se adottarlo, se è conveniente il nuovo o se è preferibile il sistema nazionale”.

Il commissario ha comunque precisato che la proposta non riguarda l’armonizzazione delle aliquote fiscali, tema che è stato oggetto di scontro al vertice dell’eurogruppo di venerdì scorso e che ha visto Francia e Germania andare all’attacco del sistema superscontato irlandese.

L’Irlanda che pratica un’aliquota fiscale sugli utili societari pari al 12,5% e che è accusata dagli altri stati membri di dumping fiscale, contesta la proposta di Bruxelles.

Heidi Lougheed, della Confindustria irlandese:
“C‘è una cosa che le società veramente vogliono è la previdibilità, vogliono capire come funziona il sistema, che quest’ultimo sia semplice, trasparente e che non cambi. Non ci sembra questo il caso ci sono troppi parametri, troppe cose da capire”.

Per la Commissione l’adozione del sistema consentirà di ridurre i costi amministrativi per le imprese, stimati da Bruxelles in 700 milioni di euro.

Le aziende potranno adottare su base volontaria il nuovo sistema avendo la possibilità di tornare al vecchio regime dopo cinque anni.