ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tsunami: superstiti in cerca dei propri cari

Lettura in corso:

Tsunami: superstiti in cerca dei propri cari

Dimensioni di testo Aa Aa

Quello che resta di Minami-San-Riku, località costiera nell’area di Sendai devastata dallo tsunami. Qui le persone date per disperse e ormai considerate tra la vittime sono 10.000 su una popolazione locale di 17.000.

I sopravvissuti si aggirano sulle rovine delle proprie abitazioni, e già questo è un lusso, visto che molte case sono state completamente spazzate via dall’onda anomala che, in un arco di tempo di meno di 30 minuti, si è insinuata per oltre 5 chilometri nella terraferma.

Già prima dell’ultima esplosione, la consegna era di restare al chiuso e indossare la maschera per il rischio contaminazione, come spiega una donna.

La crisi nucleare complica ulteriormente il lavoro dei soccorritori che devono interrompere le ricerche ad ogni nuova allerta. Mentre nei locali messi a disposizione dalle autorità i superstiti scorrono le liste dei dispersi o dei luoghi in cui sono stati evacuati i superstiti.